UN FILM À NE PAS RATER !

Vous avez aimé, vous avez détesté un film. Dites-le ici!


Into the wild

22/06/2009

|

Auteur:

|

|

imprimer



« Into the wild » (2007) é un « road movie » diretto da Sean Penn, ispirato dalla storia vera di Christopher Mc Candless, un giovane che, dopo la « graduation », lascia perdere il “sogno americano” (la carriéra, la ricchezza, una bella macchina, una grande casa con la perfetta moglie, i perfetti bambini e il buon cane…) per discovere gli Stati Uniti, senza nient’altro che un zaino, qualche libro di poesia, la libertà nella pelle e un sacco di corragio. Caminando e lavorando qui e là per vivere, Christopher encontra delle persone un po’ fuori dal sistema che, come lui, hanno inventato altri modi di esistere e di godersi la vita. Sprofondandosi sempre più lontano nella natura selvaggia, Christopher scopre dei paesaggi affascinenti e commoventi che sembrano dirgli qualcosa di essenziale su lui-stesso. Questo gli da voglia di isolarsi ancora di più, per cuì se ne va in Alaska, dove, finalmente, si ferma. Su questa terra tanto bella quanto pericolosa, vive solamente di caccia, pesca e raccolto. Ma vivere al ritmo della natura non si impara nei libri… e piano piano, Christopher si trova preso in trappola del inverno.
Mi ha piaciuto questo film perche non cade nella facilità del classico « road movie », anche perché mi sembra che abbiamo tutti, più o meno nascosto al fondo del cuore, il sogno di lasciare perdere tutto per ritrovare se stesso e la propria libertà. Questo viaggio non é solo un viaggio attraverso bellissimi paesaggi, ma anche un viaggio fino ai confini estremi dell’esistenza.
YouTube Preview Image


¡NO TE PIERDAS ESTA PELÍCULA! | Un film à ne pas rater ! | Un film da non perdere | Um filme imperdível | Una pel·lícula que no us heu de perdre | Un film ce nu trebuie ratat
Mots-clefs: , , , ,



Je crois que c’est un film tres interessant a voir

MAGNIFIQUE ! un film à voir et revoir!!

Je l’ai vu très récemment, même si j’avais envie de le voir depuis sa sortie: Sean Penn et surtout cette histoire vraie, à ne pas les rater. J’ai adoré les paysages d’Alaska aussi et ce voyage “fino ai confini estremi dell’esistenza” que vous évoquez et qui m’a mené au Grand Bleu. Très envie maintenant de découvrir Krakauer en livre.

Commentaire

« | »